Associare una carta prepagata al conto Paypal

Chi fa acquisti online saprà sicuramente cos’è Paypal.
Mentre per quei pochi che ancora non lo sanno, ma sicuramente ne avranno sentito parlare, perchè avranno visto in qualche sito tra i metodi di pagamento il logo di Paypal. Possiamo dire in parole spicciole che si tratta di un sistema di micro-pagamento, dove gli utenti registrati  possono ricevere denaro o effettuare pagamenti.

Se si utilizza Paypal come sistema di pagamento per gli acquisti online uno dei vantaggi è che si possono acquistare prodotti nei siti di commercio elettronico che accettano questo tipo di pagamento, senza che il venditore venga a conoscenza del numero di carta utilizzato, o dati del conto corrente . Una volta che il cliente avrà pagato l’acquisto il venditore riceverà una e-mail di conferma dell’avvenuto pagamento da parte di Paypal.
Sono molti i siti che consentono di poter scegliere come metodo di pagamento Paypal.

Come posso avere Paypal?

Semplice basta registrarsi al sito internet Paypal.it per diventare titolare di un conto Paypal.
La registrazione è semplicissima, segui le indicazioni che Paypal ti mostrerà quando effettui la registrazione. Ti bastano pochi passaggi per diventare titolare di un conto Paypal.
L’unico requisito indispensabile per l’apertura del conto è essere maggiorenni. Quindi se hai meno di diciotto anni non puoi registrarti a Paypal per associare la tua carta prepagata.

Perchè Paypal è diventato così popolare.

Sono diverse le società che nel mondo operano nel settore dei pagamenti digitali come ad esempio Skrill, un tempo si chiamava Moneybookers, Neteller, iDebit e altre ancora. Anche questi ewallet, cosi sono chiamati questi metodi di pagamento, sono utilizzati, ma nessuno è mai riuscito a contrastare la forza di Paypal.
Che ha iniziato a operare in questo settore agli inizi del 2000.
E ha ottenuto un grande vantaggio anche per via dell’acquisizione da parte di eBay,che ne ha preso il controllo acquistando la società appena ha capito le sue potenzialità, aumentando la popolarità. Ma da luglio 2015 le due società si separeranno e Paypal sarà quotato a Wall Street.

In questo modo grazie all’indipendenza da eBay e alle risorse ottenute dalla quotazione potrà espandere il suo business anche nel settore del mobile payment dove è prevista una forte crescita nei prossimi anni.Tutti hanno uno smartphone di nuova generazione e oltre a utilizzarlo come telefono, computer, navigare su internet, ascoltare musica, per fare fotografie e video, potranno utilizzarlo anche come borsellino elettronico, per pagare nei negozi. In questo settore c’è una forte concorrenza di Apple e Facebook.

La semplicità di utilizzo di Paypal ne hanno fatto uno dei metodi di pagamento online tra i più diffusi. Perchè permette di pagare senza comunicare a chi riceve il pagamento dati bancari di chi effettua il pagamento.
I dati bancari, o della carta di credito, vengono custoditi da Paypal e non verranno mai comunicati a chi riceve il pagamento. Che riceverà un avviso da parte di Paypal dell’avvenuto pagamento.

Ma da dove prende i soldi Paypal quando paghi

Appena aperto il conto può scegliere dove vuoi che Paypal preleverà il denaro che andrai a utilizzare per i tuoi pagamenti. Come ad esempio puoi collegare al conto una carta di credito, ma anche una carta prepagata. Oppure il conto corrente bancario, ma anche quello postale.
In questo caso grazie all‘addebito Sepa, ogni volta che deciderai di pagare con Paypal il denaro sarà addebitato sul tuo conto corrente, dopo circa tre giorni lavorativi.
Ma esiste un altro metodo, sul conto Paypal si possono trasferire dei fondi con bonifico bancario, che può essere fatto dal tuo conto corrente.
In questo caso quando dovrai effettuare un pagamento il denaro sarà prelevato direttamente dal conto Paypal.

Quale carta si può associare al conto Paypal?

Anche una carta prepagata, come la carta di credito, può essere associata al conto Paypal.

Associare carta prepagata, o carta di credito al conto Paypal?

Il meccanismo è semplice si effettua la registrazione al sito Paypal, si inseriscono i propri dati i dati della carta prepagata, poi dal credito della carta prepagata vengono sottratti €1,50 che dopo la verifica saranno accreditati sul conto Paypal.
Oltre a questa somma Paypal addebitata una cifra pari ad $1, circa €0,71, come ulteriore verifica della carta.

Il passo successivo è controllare sull’estratto conto cartaceo della carta o su internet, le 4 cifre necessarie per la verifica della carta e la conferma della stessa.
E’ possibile associare qualsiasi carta prepagata a Paypal e deve essere intestata al titolare del conto Paypal.

Collegare il conto corrente al conto Paypal.

Da qualche tempo è possibile addebitare quanto speso con il conto Paypal direttamente sul conto corrente, con l’addebito diretto sul conto corrente.
La procedura è semplice basta inserire l’Iban del conto e se tutta va bene nel giro di poco il conto è collegato. Ma può capitare che si verifichi un errore e la procedura non vada a buon fine.

Cosa fare se non si riesce a collegare il conto corrente al conto Paypal.

Uno degli problemi più frequenti è quello di non riuscire a collegare il conto Paypal al conto corrente.
Una volta inserito i dati  il sistema restituisce un messaggio di errore dove viene comunicato che si è verificato un errore riprovare più tardi.
E ogni volta che si ripete la procedura il risultato è sempre lo stesso. In questo caso l’unica soluzione e rivolgersi al’assistenza tecnica per risolvere il problema. Se avete fretta contattatela telefonicamente in questo modo saranno loro a inserire il numero del conto corrente e sbloccare la situazione nel giro di pochi minuti. Basterà comunicare gli ultimi numeri del conto corrente che avete cercato di collegare e dopo pochi minuti l’inconveniente sarà risolto…