Costi carte prepagate

41

Le carte prepagate non sono gratuite, hanno dei costi di gestione si trovano elencati nel prospetto informativo, che è bene consultare prima di richiedere la carta prepagata. Ed è utile per fare un confronto tra carte prepagate per scegliere quella più economica.

Le principali voci di costo sono le commissioni di rilascio, di emissione, di attivazione una commissione che si paga quando si richiede la carta prepagata e va dai 5 euro  ai 7,5 euro per le banche. Poi ci sono i costi di ricarica 1 euro per le poste, fino a 2,5 euro per le banche, se la ricarica viene fatta allo sportello in contanti. Ma i costi variano in base al metodo utilizzato per ricaricarla che sono diversi.

Infine ci sono i costi per prelevare denaro dai 2 ai 2,5 euro, ma anche in questo caso dipende se il prelievo è stato fatto dal bancomat della banca che ha emesso la carta che normalmente è gratis. O se viene fatta da Bancomat di altre banche, allora ha un costo.

Se usate la carta prepagata all’estero in valuta diversa dall’euro attenzione alla commissione per operazione in valuta diversa dall’euro. Che si applica anche per i pagamenti tramite Pos in valuta diversa dall’euro.

Attenzione anche all’imposta di bollo che alcuni emittenti hanno iniziato ad applicare all’estratto conto. Una imposta di €2 che viene applicata se i movimenti superano la soglia dei €77.

Il canone della carta prepagata.

Inoltre alcune banche applicano un canone annuale, di solito questo costo viene applicato alle carte conto, carte prepagate ricaricabili con associato l’Iban, che consentono di fare alcune operazioni che normalmente si farebbero con il conto corrente come ad esempio effettuare o ricevere bonifici. Il canone di solito non supera i €12 l’anno. Oltre a questo costo attenzione all’imposta di bollo di euro due per il rendiconto periodico, non tutti gli emittenti lo applicano. Se usate la carta all’estero in paesi dove la valuta locale non è l’euro attenzione ai costi per operazioni in valuta diversa dall’euro che si applica ai prelievi e al pagamento per gli acquisti.

SHARE